laptop-tablett hybrid recensioner http://sverigepiller.com/ Palm beach gardens vårdcentral
L’UNICA IMPRESA CHE UTILIZZA ORO ZECCHINO E AUTENTICHE PIETRE PREZIOSE PER I FACSIMILI DEI CODICI PIÙ BELLI DEL MONDO
Serie oro

Breviario Grimani

Breviario Grimani

Caratteristiche

Ubicazione attuale:

© Biblioteca Nazionale Marciana, Venezia. Secolo XVI. 1510-1520. Ms. Lat. I 99 = 2138.

Lingua:

Latino.

Illustrazioni:

120 miniature a piena pagina e 1550 con motivi vegetali, animali, di insetti e archittetonici su ¼ di pagina.

Volume:

1670 pagine in pergamena, tutte miniate.

Formato:

28 x 21,5 cm. (esterno: 30 x 24,5 cm. circa)

Condividere:

facebook_sharer twitter_share mail_share

Il più importante capolavoro dell’arte fiamminga del Rinascimento

• Il codice noto come «Breviario Grimani» è indiscutibilmente uno dei massimi, se non il massimo capolavoro dell’arte della miniatura fiamminga del Rinascimento, elaborato, tra 1510 e 1520, da Gerard David, Gerard Horenbout, Simon Bening e altri artisti che continuavano la lezione di Hugo Van der Goes, Memling, Metsys, Jan Gossaert, ecc. Di committenza incerta, il manufatto mostra qualche affinità con l’ugualmente famoso e più antico codice delle Très Riches Heures del duca di Berry, posseduto da Margherita d’Austria, figlia di Massimiliano I e Governatrice dei Paesi Bassi. Venne acquistato intorno al 1520, per ben 500 ducati d’oro, dal Cardinale Domenico Grimani, che, lasciandolo in eredità alla Serenissima Repubblica di Venezia, vincolava il lascito alla condizione che il codice venisse “mostrato solo a persone di straordinario riguardo e in circostanze eccezionali”. Il «Breviario Grimani» ha fatto parte fino al 1781 del «Tesoro di San Marco». Oggi è conservato presso la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia.

• Il codice, ricco di ben 835 carte, è preziosamente rilegato in velluto cremisi e decorato ai piatti con eleganti cornici finemente cesellate che racchiudono cartigli e medaglioni raffiguranti il Doge Antonio Grimani e il Cardinale Domenico, tutti in bronzo dorato.

• Caratteristica straordinaria di questo codice miniato è non soltanto il numero e la qualità delle miniature a piena pagina, ma la scelta dei temi, estremamente varia e suggestiva, con alternanza di soggetti religiosi e profani, e l’attenzione riservata alle altre pagine: in massima parte decorate con bordure miniate lungi i margini esterni, oppure con decoración pittoriche, di diversa estensione e compozisione, raffiguranti motivi floreali o vegetali, animalistici o lapidari, specialmente uccelli, insetti, perle e pietre preziose, fregi architettonici, mentre la scrittura, introdotta spesso da capilettera ornati di varia grandezza, è chiara ed elegante, generalmente a sua volta arricchita da elementi decorativi. Le miniature a piena pagina corrispondono generalmente ai mesi del Calendario e rappresentano colorite scene di vita campestre, paesaggi invernali, attività quotidiane, scene di caccia, di banchetti e altri passatempi dei membri della riccaa borghesia fiamminga, così come soggetti sacri ( con una lunga sequenza riservata ai cicli di storia biblica), segni zodiacali, ecc. Il tutto è impreziosito da un impiego esteso, ma sempre sobrio e delicato, dell’oro.

• Tiratura mondiale di 750 esemplari numerati e autenticati con atto notarile.

• Distribuita in esclusivà da Patrimonio Ediciones.

Opinioni dei clienti ed esperti